Previous and Next posts:
Tuesday, November 27th, 2007

Escludiamolo subito: poco in confronto ad una sana cantata tra amici in un apposito locale di karaoke… per quanto qualche comodità in più c’è, ma andiamo per ordine.

Vi piace cantare sul vostro PC?
Quindi avrete anche installato un apposito programma per eseguire basi karaoke e cantarci sopra col microfono. Ci sono i programmi standard, come “VanBasco Karaoke Player” -un classico che consiglio-, per eseguire file nel diffusissimo formato .kar, praticamente un file MIDI con in più informazioni di “testo nel tempo”. Poi ci sono anche altri con formati proprietari con basi mp3 o wave e magari qualche altro fronzolo (animazioni, effetti video, etc..) per ravvivare. Il buono di questi ultimi è che la qualità della base, e per qualità intendo il realismo degli strumenti e sonorità, sono decisamente più indipendenti dalla capacità della scheda audio: i file .kar sono dunque eseguiti tramite una delle periferiche MIDI disponibili sul sistema, se si ha solo quella della scheda audio e non è granché va da sé che le basi risulteranno un po’ “di plastica” fino a sfiorare il ridicolo. Mentre nella stessa situazione una base mp3 (wave) è una vera e proria pre-registrazione di un pezzo e quindi, anche in casi di bassa qualità, si sente comunque la presenza di strumenti reali e magari anche qualche bel coro e controcanti che non guastano di certo.

Se invece disponete di una buona sistesi MIDI avrete tutto il vantaggio di poter reperire facilmente le basi e avere file “leggerissimi”, mediamente sotto i 100KB mentre una base mp3 mediamente supera i 3MB. Perché tanta differenza? Leggi quest’altro post sulla differenza tra Midi e Mp3.

Visto che si canta sul proprio PC e magari si dispone di una buona connessione a Internet, perché non unire le due cose alle potenzialità offerte da Skype?

Di preciso intendo le Skypecast che permettono a più utenti di conversare assieme, più che in una conferenza (limitata a 9 utenti). Quindi c’è un “ospitante” che gestisce la cast e i partecipanti, ciascuno attrezzato in modo tale da poter cantare su una base. Il rispetto e l’ordine sono essenziali, ad esempio quando uno canta gli altri utenti (tranne quelli in ascolto o in attesa ovviamente che non possono intervenire) dovrebbero tenere il microfono spento per non creare disturbi. L’esperienza è divertentissima, provate. La cast più attiva e seria in questo senso è la “TeddyBoy Group” dove il rispetto è sacro e il divertimento assicurato.

Consiglio:
Prima di cantare su una base è bene avere la traccia con la melodia del cantato già silenziata, la tonalità o chiave giusta per la nostra voce, volume generale e altro, impostazioni che VanBasco Karaoke Player rende possibili comodamente. Ancor più comodamente queste impostazioni e settaggi (mute, key, vol, tempo) possono essere salvate una volta per tutte sfruttando le Playlist: leggi quest’esauriente articolo sull’uso delle Playlist di VanBasco Karaoke Player!
Questo permette di essere sempre e subito pronti a cantare su una base già ben configurata secondo le esigenze comuni e personali senza star lì ad annoiare gli altri partecipanti in attesa che voi abbiate configurato opportunamente la base; fin quando trovate basi standard bene… ma se ve ne capita una che, per esempio, non ha la melodia del cantato sulla traccia 4 (come è convenzione) la ricerca di una o più tracce da “azzittire” potrebbe richiedere parecchio. Quindi è sempre consigliabile farsi trovare già belli e pronti con la propria playlist.

Come fare per trovare una cast di karaoke?
Basta cercare sul sito di Skype, nella sezione Skypecasts, la ovvia parola chiave “karaoke”.

Ovviamente al momento bisogna ancora fare i conti con l’instabilità -certe volte totale e deprimente- del sistema di Skypecast che difatti è tuttora in versione beta, ovvero il grosso dell’applicazione è disponibile ma è ancora in fase di test ed è ben comprensibile che per gestire oltre 10 milioni di utenti ci vuole una solida struttura. Attendiamo pazienti.



Leave a reply

Allowed XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>